App Store,Cydia,Guide,Tweak By maikol

Contenuti in-app gratis con il tool IAPFree

18 Mar , 2013   FavoriteLoadingAggiungi ai preferiti Video

Un hacker russo con alcuni semplici passaggi è riuscito a mettere in ginocchio, senza ricorrere al Jailbreak, quello che è il servizio in-app. La situazione sconcertante ha richiesto l’intervento di Apple che risolse definitamente il problema con il rilascio di iOS 6.

Per tutti coloro che non conoscono il termine in-app, definisce quei acquisti che l’utente esegue all’interno dell’applicazione stessa, un chiaro esempio sono le Coins su Temple Run.

Oggi torniamo a parlare di questo argomento in quanto il tweak che vi presenteremo ha recentemente raggiunto il supporto all’ iPhone 5 dopo un aggiornamento alla versione 3.2.2. Il tool vi consente  di bypassare i pagamenti degli in-app delle applicazioni, però come avrete immaginato richiede il Jailbreak del vostro dispositivo.  L’applicazione è iAPFree sviluppata da crazydoraemon che ci offre la possibilità appunto di rendere gratuiti tutti gli in-app.

Aggiornamento

E’ stato rilasciato iAPFree v4.0.1, ora il pacchetto diventa compatibile con iOS 7, ma gli sviluppatori ci informano che per il momento non sono supporta l’iPhone 5S, l’iPhone 5C e l’iPad Air.

Guida:

  • Rechiamoci su Cydia e come solitamente facciamo, aggiungiamo una nuova repo, farlo è molto semplice:
    1. Recatevi nel percorso Gestisci>Sorgenti
    2. Cliccate il pulsante in alto a destra Modifica
    3. Successivamente  premente il pulsante in alto a sinistra”Aggiungi
    4. Nel pop-up che verrà visulizzato dovrete digitare la nuova repo ovvero http://cydia.crazydoraemon.com
  • All’interno della nuova repo troveremo solamente il tool IAPFree, procediamo con l’installazione.
  • Terminato questo processo troveremo nella nostra Home Screen l’icona di IAPFree dove dobbiamo eseguire delle semplici operazioni per attivare il tweak.
    • Clicchiamo sul pulsante Download More…
    • Ora verrà visualizzata una lista
    • Dovremmo solamente scorrere fino che non troviamo la voce ” Core Plugin”, procediamo con l’installazione di questo pacchetto e attendiamo il messaggio che ci avvisa che il processo è completato
  • Ora potremmo accedere gratuitamente agli in-app di numerose applicazioni che appartengono alla lista di compatibilità.

Per gli utenti che alla lettura completa della guida gli risulta non chiaro un passaggio li invito a guardare questo video tutorial, oppure richiedere il nostro aiuto tramite i commenti qui sotto.

appleidea non si ritiene responsabile della scelta di eseguire la guida, in quanto il sito e ogni membro che compone il team si dichiara contro a qualsiasi forma di pirateria. Gli in-app spesso sono una soluzione adottata dagli sviluppatori per guadagnare “qualche cosa” attraverso il proprio lavoro senza ricorrere a inserire  nel App Store la propria app a pagamento.

, , , , , , , , ,